In questa sezione troverete le risposte alle domande che mi sono state poste.

Se vuoi anche tu un consulto gratuito scegli l’opzione “SCRIVI” e riceverai una risposta pubblica.
Se invece vuoi intraprendere un percorso individuale scegli l’opzione “CONTATTAMI”.
Nelle mail pubblicate la tua identità rimarrà anonima.

Domanda:

Ciao Alessia,
Ho 38 anni e ti scrivo per un consiglio e forse anche per uno sfogo personale.
Mi hanno sempre definito un bel ragazzo, ho un buon lavoro, ci tengo alla mia forma fisica, insomma nel complesso piacente. La mia descrizione non vuole sembrare presuntuosa ma mi serve per inquadrare il problema. Nella mia vita ho conosciuto diverse ragazze ma non me la sono mai sentita di fare  il grande passo… Dopo le prime uscite piuttosto divertenti e i primi mesi di conoscenza, mi ritrovo ad affrontare sempre lo stesso problema: “cosa ti aspetti dalla nostra relazione? Come pensi di portarla  avanti?”  Spesso con discorsi dolci e velati si arriva a parlare di un “noi” che prevede sempre più cose in comune…
Nel momento in cui mi trovo ad affrontare questioni che ruotano attorno al futuro mi assale l’angoscia di venire ingabbiato. Sarà un mio problema oppure come credo la stragrande maggioranza delle ragazze ha come obiettivo di appropriarsi letteralmente del ragazzo in funzione di una convivenza o un matrimonio? Non che sia sbagliato di per se ma credo debba maturare insieme e non venire imposta.
Grazie
L.
Risposta:
Domanda:

Gentile Alessia,
ti disturbo per un consiglio: è da poco nata la nostra prima figlia, siamo stanchi ma pieni di gioia. La ginecologa mi ha confermato che posso riprendere serenamente la mia vita sessuale. Il problema è che oltre ad essere terrorizzata all’idea di sentire male, non ho proprio alcun desiderio. Mio marito è paziente ma temo possa scalpitare a breve… Cosa posso fare?

Grazie mille,
Sara

Risposta:
Domanda:

Sono ragazza carina di 30 anni. Buon lavoro. Buona istruzione etc etc
Ho notato più di una volta che i ragazzi mi invitano ad uscire. Ci vediamo, sembra che vada tutto bene ma poi non si fanno più sentire.
Ho considerato tutto ma non riesco a trovare cosa non vada durante la serata. Mi sembra di essere curata dell’abbigliamento, molto dolce e disponibile durante l’uscita. Mi preoccupo di sapere i suoi gusti, se la cena e’ piaciuta. Se il ragazzo si è trovato bene con me e quali sono le sue aspettative e gusti per le prossime uscite.
Dopo tutte queste attenzioni non ottengo risultati.
Ho da pochissimo conosciuto un nuovo ragazzo, ci siamo visti una seconda volta ma in compagnia. Ora non so se aspettare pazientemente un appuntamento , chiamare io o altro. sono praticamente paralizzata dalla paura di sbagliare mossa.
Risposta: